How much has beauty got to do with success or fame?

How much has beauty got to do with success or fame?

meri funny facesYou’d think one might consider it a gift, and easy entry… and yet.

Speaking from personal experience, the little that I have, my good looks have always been noticed at the most unflattering times.

After a concert:

Audience member: wow, congratulations, you’re a good..

Musician: Yeah, I know, she’s hot, isn’t she? O.o

Music contest:

Judge: hey you have a wonderful voice, but that dress!

hmmm, thank you?

I know it’s not modest of me to consider myself pretty, if I deny it I’m a hypocrite, if I admit it I’m arrogant or cocky.. but people keep reminding you of it every second, even when you personally are not thinking about “it”, so there you go, you just can’t get any of this right. Seems like you have to proof your worth twice as hard in everything you do, and add to that the “woman” factor.

Yes, being a woman is hard as it is. Everyone seems obliged to tell you that you look great, oh yeah and sing well too. What happened to sincere, honest recognition of a person’s ability to sing and perform? and all those other qualities that go way further than skin deep?The world is not a beauty contest and I would have definitely not come this far had I NOT been good at what I do.

I speak for all those women out there you have to struggle with superficial, at times inappropriate, comments that diminish who we truly are, by people who think they are paying us a tribute.

What else comes with it?

…envy, distrust, plain hatred, jealousy, competitiveness, back-stabbing and fake smiling…

But don’t worry, you look fabulous anyway!

Who cares for all that other stuff.

(sarcasm)

Advertisements

Musica – The Voice

in questo paese che io amo purtroppo c’è una censura per quel che riguarda la qualità di trasmissioni come questa.

Lo so, mi direte che c’è “The Voice” Italy anche da noi… e io vi risponderò; ma siete proprio sicuri? Per come la vedo io prima bisogna educare il grande pubblico (con tutto il rispetto parlando) di cosa voglia dire cantare BENE una canzone per poi poter introdurre il concetto di talent.

Secondo me non c’è il bisogno di essere dei sapientoni, ne di essere cantanti o musicisti per saper distinguere la mer** dalla qualità. Pardon. Jazzisti, puristi, non importa…in realtà basta davvero poco…L’abitudine all’ascolto della musica con la M maiuscola per esempio dovrebbe un po’ educarci a riconoscere quando ci stanno vendendo della roba… poco bella, ma soprattutto a spegnere la TV e la radio quando serve e scegliere con i mille mezzi che abbiamo a disposizione di guardare qualcosa di realmente bello! 

Se continuiamo a definire Alessandra Amoroso (per dirne una) una cantante Soul… allora dovremo riguardare nuovamente un po’ di definizioni.
Se Suor Cristina è brava a cantare … se c’è dell’originalità nei pezzi dei The Kolors… non so se ho reso l’idea…dovremo nuovamente ricercare il significato di alcune etichette che diamo a questi “prodotti”, e di certo non artisti, sempre con rispetto parlando.

Tornando a “The Voice” USA o UK… penso che già guardare questi programmi faccia bene all’ascoltatore medio.
Ci sono dei giudici che ne capiscono realmente di musica, che veramente fanno del “coaching” a questi cantanti già pronti, che hanno già un bagaglio culturale musicale a dei livelli altissimi. Sono integri nei loro giudizi e sopratutto non fanno polemiche ne si offendono l’uno con l’altro per fare audience…

Basta alimentare questi tipi di meccanismi di basso calibro, aprite le orecchie!